dcsimg

In visita al parco di Gundam a Tokyo

Dino Garzoni 18 dicembre 2012 0

Il robot giapponese è alto 18 metri e pesa 35 tonnellate. Nel museo c'è anche la navicella Core Fighter. Oltre a modellini e proiezioni.

Tokyo, Giappone. La presentazione della gigantesca statua di Gundam in un parco cittadino (Getty Images).

Un luogo dove i sogni dell’infanzia diventano realtà. Meta ambita da nerd e bambinoni di tutto il mondo è il Gundam Front Tokyo, un parco tematico di oltre 2.000 metri quadrati dedicato al più famoso mecha (mega robot) nato negli anni ’70 in Giappone, la cui interminabile saga continua a popolare fumetti e animazioni. Il museo è stato aperto il 19 aprile 2012 e in pochi mesi è diventato una “mecca” non solo per i fan della serie ma anche per chi è cresciuto con i cartoni di Mazinga, Goldrake, Daitarn e ha sempre sognato di incontrare un “robottone” dalle dimensioni reali.

NAVICELLE E ROBOT GIGANTESCHI. Il parco (biglietto intero 11 euro, aperto dalle 10 alle 22) è ospitato al settimo piano del centro commerciale Diver City Tokyo Plaza, sull’isola artificiale di Odaiba nella baia di Tokyo. L’ingresso è dominato dalla riproduzione in scala reale del Gundam RX-78, il primo mobile suit disegnato dall’autore Yoshiyuki Tomino. Un gigante di 18 metri per 35 tonnellate che nell’estate 2011 è stato svelato al pubblico al Parco Shiokaze. All’interno si incontrano altre riproduzioni in scala 1/1 dei vari modelli di Gundam che per decenni hanno popolato la fantasia di chi immaginava un futuro che sembrava vicino ma non è stato mai raggiunto. Come lo Strike Freedom Gundam o la ricostruzione del Core Fighter, la navicella utilizzata dal protagonista della serie. Nell’experience field si trova anche la ricostruzione della battaglia finale alla fortezza A Baoa Qu (alta 4,5 metri) attorno alla quale vengono proiettate le scene dei combattimenti tra robot (per informazioni, link in basso).

Odaiba, Giappone. Cameriere in costume Gundam all'omonimo caffè (Getty Images).

DISEGNI E ANIMAZIONI ORIGINALI. Le pareti del corridoio centrale e delle sale sono tappezzate con i disegni a grandezza naturale delle teste di ogni robot e i progetti delle decine di navicelle che da oltre 30 anni animano la serie. Si incontrano anche i personaggi umani del fumetto, come i protagonisti dell’inizio Char Aznable e Amuro Rei, accanto ai quali è possibile scattare una foto ricordo. Tutti i personaggi, sia macchine che persone, sono raccolti nell’archivio multimediale a cui si accede tramite un touch-screen che proietta figure e contenuti sulla parete. Per i nostalgici della carta stampata, nella sezione museo vera e propria vengono custoditi disegni, bozze e tavole utilizzate in ciascuna serie per perfezionare i Gundam e creare nuove storie. Sul soffitto del Dome-G (una cupola di 16 metri di diametro) vengono proiettate alcune delle scene principali sia delle serie vecchie che di quelle più recenti. Qui ci si trova faccia a faccia con gli immensi protagonisti robotici del cartone animato.

LA GRANDE ESPOSIZIONE DI MODELLINI. All’interno del Gundam Front Tokyo si trova anche un fornitissimo negozio che ospita la più grande esposizione al mondo di gunpla (kit per la costruzione dei modellini di Gundam). Oltre 1.000 statuette dei robot disegnati dal 1980 in poi, merce ambita dai collezionisti. Nel parco tematico c’è anche i Gundam Cafè (aperto dalle 10 alle 21), dove vengono serviti piatti e bevande ispirate al fumetto. Qui sono in vendita anche souvenir e merchandising della serie (per informazioni, link in basso).

Odaiba, Giappone. Veduta di Tokyo dall'isola artificiale.

MANGIARE E DORMIRE. L’isola di Odaiba è dominata principalmente da tre complessi commerciali, dove si trovano anche locali e ristoranti. Per assaggiare specialità della cucina giapponese (ramen, yaki soba, sushi, tofu) con vista sulla baia di Tokyo e il Rainbow Bridge, c’è il ristorante Hibiki (circa 30 euro a persona) al 6° piano del centro commerciale Aqua City, 1-7-1Minato-ku. Nell’Ariake Park Building (3-11-1 Ariake) si trova il Nakamura Koumei Ariake del noto chef giapponese Koumei Nakamura (da 35 euro). A Minato (di fronte a Odaiba) c’è il Super Hotel Shinbashi Karasumoriguchi, 5-16-4 Shinbashi (doppia da 65 euro), mentre ad Ariake (sul lato opposto della baia) c’è il Tokyo Bay Ariake Washington Hotel, 3-7-11 Koto-ku (da 70 euro, per informazioni, link in basso).

ARRIVARE. A Tokyo atterrano i voli provenienti da Milano e Roma delle compagnie Alitalia, Emirates, Aeroflot Russian, Qatar Airlines, Ethihad (da 600 euro, generalmente con scalo a Mosca, Doha o Abu Dhabi). Il Gundam Tokyo Front si raggiunge in 5 minuti a piedi dalle stazioni della metropolitana di Yurikamome e Twr (per informazioni, link in basso).

PER INFORMAZIONI: Gundam Front TokyoGundam CafèDiver City Tokyo PlazaAqua CityTurismo Giappone

© RIPRODUONE RISERVATA

Lascia un Commento »

*